PROGETTI DEL CENTRO OLISTICO E MEDICINA INTEGRATA ZOHAR

PROGETTO GAIA

Il Progetto Gaia è stato sviluppato per contribuire alla risoluzione di questi grandi problemi dei bambini e dei giovani in età scolastica, e per rispondere alle necessità educative di una società sempre più globalizzata, espresse nelle linee educative internazionali del “Global Education First Initiative”, espresse con il “Nuovo Umanesimo” di Irina Bokova, General Director dell’UNESCO, e riprese nelle “Indicazioni Nazionali per il Curriculo dell’Infanzia e del primo ciclo di Istruzione” del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che invita a sviluppare programmi educativi capaci di “fornire strumenti teorici ed esperienziali agli studenti di ogni età al fine di sviluppare competenze che permettano la realizzazione di una società globale”, e a facilitare “L’elaborazione dei saperi necessari per comprendere l’attuale condizione dell’uomo planetario… Premessa indispensabile per l’esercizio consapevole di una cittadinanza nazionale, europea e planetaria”.
La finalità del Progetto Gaia è di promuovere un programma educativo che ponga al centro lo sviluppo di una consapevolezza globale di sé stessi e del pianeta e che dia le basi etiche, scientifiche e umane per essere cittadini creativi della società globalizzata in cui viviamo.
Obiettivi del Progetto Gaia
Gli obiettivi pratici del Progetto Gaia sono:
1. Sviluppare una maggiore autoconsapevolezza psicosomatica di Sé (corpo ed emozioni)
2. Migliorare il benessere psicofisico riducendo lo stress, l’ansia e la depressione,
3. Migliorare il rendimento scolastico aumentando l’attenzione e la presenza, e riducendo l’irrequietezza e la tensione.
4. Gestione delle emozioni e contenimento della reattività e degli impulsi (autoregolazione)
5. Migliorare il clima e la cooperazione del gruppo classe
6. Offrire una base di informazioni etiche, scientifiche e culturali per una cittadinanza globale.
7. Educazione all’interculturalità e ai diritti umani per una cittadinanza globale (UNESCO).

SITO WEB ASSOCIAZIONE: http://www.progettogaia.eu/

ATTIVITA’ FISICA ADATTATA (A.F.A.)

Le A.F.A. sono programmi di Attività Fisica Adattati per specifiche alterazioni dello stato di salute e per la prevenzione della disabilità. Non sono attività motoria di tipo riabilitativo-sanitario, tuttavia si rivolgono a coloro che hanno avuto una malattia invalidante o, comunque, che si trovino in uno stato di ridotta mobilità (per questo motivo si chiama: “Adattata”). Non è un’attività individuale, ma di gruppo.

Come si accede?
Tramite una valutazione funzionale da parte del personale sanitario della ASL di appartenenza.
I luoghi in cui si svolgono le AFA possono essere palestre comunali, strutture protette, associazioni ecc.. convenzionate con la Regione Toscana che hanno dimostrato di avere i requisiti standard di qualità (operatori qualificati, ambienti idonei ecc.)

LOVE FOR LIVE

LoveforLive è uno spazio di ascolto, consulenza di coppia, coaching, counseling e sostegno in percorsi di procreazione medicalmente assistita (PMA).

 Nel corso della propria vita possono arrivare sorprese inaspettate, variabili impreviste con cui necessariamente ognuno di noi deve fare i conti e in quei momenti spesso ci si sente soli, vulnerabili, timorosi rispetto all’evoluzione che la vita può prendere. Scegliere una strada o un’altra può fare la differenza, per questo diventa fondamentale saper decidere in maniera consapevole attraverso la conoscenza di se stessi e degli altri, capendo dove è più opportuno andare, o semplicemente comprendendo quale via è la meno dolorosa. Ricordandoci che non c’è una sola scelta possibile e non esiste quella giusta o sbagliata, ma solo la scelta più funzionale o disfunzionale ai bisogni e alla storia di ognuno di noi.

 LoveforLife nasce con lo scopo di aiutare le persone ad individuare i propri bisogni/obiettivi e a trovare la soluzione che meglio li soddisfa per facilitare la presa di consapevolezza ed accrescere il proprio benessere fisico e mentale, partendo dall’accoglienza verso se stessi e il riconoscimento delle proprie emozioni.

In particolare aiutando le coppie che sono alla ricerca di un figlio a trovare risposte alle loro domande, a colmare il senso di solitudine e di inadeguatezza, a gestire lo stress, la paura, l’ansia, la rabbia che una variabile imprevista come l’infertilità può dare; a superare quei momenti difficili in cui l’amore e il rapporto di coppia è messo a dura prova, offrendo l’opportunità di riscoprire e riattivare le risorse sia individuali che di coppia.

Concedersi l’opportunità di essere genitori non sempre è una scelta facile, le strade possono essere molteplici alcune con impervie salite ed altre con lunghi tornanti e piacevoli discese; la conoscenza dei propri mezzi e degli strumenti per arrivare al traguardo sono il punto di partenza per riuscire nel proprio intento, ma non sempre è sufficiente per realizzare il sogno di mettere al mondo un figlio. Vivere ogni esperienza con l’accettazione di sé e degli altri è un buon modo per crescere e guardare in faccia la realtà con occhi nuovi offrendosi sempre una possibilità in più di scelta e di vita.

L’amore è un sentimento che da forza e trasforma, è la risposta al problema dell’esistenza, è la soluzione completa che sta nella conquista dell’unione interpersonale e nell’incontro con un’altra persona…da questo la scelta del nome LoveforLife (Amore per la vita).

SITO WEB: https://www.loveforlife.info/

BULLISMO: COMPRENDERLO PER COMBATTERLO

Più di un adulto su due racconta di aver subìto o di aver assistito, durante l’infanzia, ad un atto di bullismo.
Eppure in pochi sono consapevoli che l’abuso di un bambino ai danni di un altro bambino rappresenti una seria minaccia alla salute mentale di quello che un domani sarà un adulto.
I danni emotivi del bullismo sono sconcertanti tanto per chi lo subisce che per chi lo mette in atto.Gli incontri, aperti a tutti  gli insegnanti, nascono per affrontare questo difficile tema nei suoi aspetti più sociali e personali e tentare di rispondere alle domande più difficili: che cosa devo fare? Come mi devo comportare?
Organizzazione degli incontri (della durata di 1 h e 30 ciascuno):
SCUOLA E VIOLENZA
GLI ATTORI DEL BULLISMO
IL BULLISMO TRA I BANCHI DI SCUOLA: STRATEGIE D’INTERVENTO
CYBERBULLISMO: ASPETTI SOCIALI, RELAZIONALI E GIURIDICI (aperto anche a tutti i genitori interessati)
COME AIUTARE I BAMBINI A GESTIRE AL MEGLIO LA RABBIA, LA DELUSIONE, LA FRUSTRAZIONE (aperto anche a tutti i genitori interessati)

Durante gli incontri sarà dedicato uno spazio alla condivisione di esperienze personali e delle emozioni che inevitabilmente accompagnano la violenza, nella consapevolezza che svolgere bene il proprio ruolo di insegnante è impossibile se non si impara a proteggere noi stessi dalle sensazioni, bloccanti, di fallimento, impotenza, angoscia.

Federica Castellano – Psicologa
Iscritta all’Ordine degli Psicologi della Toscana col num° 6646

“IMPARARE A SAPER FARE, IMPARARE A SAPER ESSERE”

Docenti:
Dott.ssa Federica Castellano
Durata:
4 incontri di un giorno (32 ore)

Luogo:
Sede di Cecina

PROGRAMMA E DATE

1 OSSERVARE SENZA GIUDICARE – 21 Gennaio 2018

– Introduzione alla Psicologia: presupposti di base
– Imparare a “stare”
– Imparare ad osservare
– Imparare ad accogliere
– Imparare a non giudicare
– Parte esperienziale

2 IMPARARE A STARE CON SE STESSI  – 22 Aprile 2018

– Uno sguardo più dentro di noi
– Come scegliersi
– Vicinanza, lontananza
– Nuovi modi di stare in relazione
– Parte esperienziale

3 COSA SIGNIFICA VEDERE L’ALTRO – 30 Settembre 2018

– Uno sguardo nell’altro
– Nuove prospettive di relazione
– Parte esperienziale

4 LA RELAZIONE CON L’ALTRO – data da definire entro 2018

– Essere se stessi con l’altro
– Comunicare qualcosa di sé e gestione del conflitto
– L’esperienza del gruppo: il team di lavoro
– Fare esperienza nella relazione