Mi chiamo Iris Sandra Margutti, sono un’operatrice olistica, specializzata in trattamenti craniosacrali e da più di dieci anni sono appassionata dello studio simbolico dei Tarocchi e della psicogenealogia.
Durante il mio lungo percorso di ricerca personale e spirituale ho avuto la fortuna di incontrare grandi maestri, ognuno dei quali mi ha lasciato importanti chiavi di comprensione, che oggi ho integrato nel mio lavoro.
Una prima tappa fondamentale è stato l’incontro con lo sciamano peruviano Hernan Huarache Mamani, uomo dal cuore grande e autore del libro “La profezia della Curandera”, che mi ha fatto conoscere ed innamorare della cosmo-visione andina, basata sulla connessione profonda dell’essere umano con la natura, usata anche come mezzo per attingere al proprio potere interiore.
Ma la mia vera trasformazione è iniziata nel 2005, dopo aver frequentato gli stages di Antonio Bertoli sui Tarocchi, usati come strumento di conoscenza di sé stessi, e sulla “PsicoBioGenealogia”, disciplina da lui stesso ideata che fonde la psicologia, la biologia e l’analisi dell’albero genealogico transgenerazionale. Considero questi strumenti fondamentali per comprendere con chiarezza le dinamiche che portano a sentirsi vittima degli eventi e li ritengo un valido aiuto per riprendere il comando della propria vita. Nel 2012 ho deciso di approfondirne lo studio, frequentando il Master Triennale in PsicoBioGenealogia condotto a Roma da Antonio, al quale, dopo la sua prematura scomparsa, rimango legata da un profondo legame di affetto e di gratitudine. Successivamente ho preso parte allo stage di Metagenealogia di Alejandro Jodorowsky a Bardonecchia (TO).
Ad aprile 2017 ho completato la formazione triennale come Operatrice in Biodinamica Craniosacrale presso l’Istituto Lama Tzong Khapa di Pomaia (PI) con Gioacchino Allasia, esperto di discipline energetiche e filosofie orientali, che mi ha aiutato a sviluppare la presenza e l’ascolto,  oltre ad affinare la sensibilità verso le energie sottili che attraversano il corpo.
Negli ultimi anni ho continuato ad arricchire le mie conoscenze sull’albero genealogico e sui Tarocchi, attraverso i preziosi seminari di  Marianne Costa, co-autrice insieme a Jodorowsky dei libri “Metagenealogia: la famiglia, un tesoro e un tranello” e “La via dei Tarocchi”.  Parallelamente continuo a seguire sessioni individuali e pratiche di bioenergetica con alcuni sciamani esponenti della tradizione amazzonica.

Le mie Proposte

Il Tarocco della Consapevolezza
Una consultazione con i Tarocchi di Marsiglia offre la possibilità di scoprire le dinamiche più profonde che sono nascoste dietro i nostri comportamenti e dietro agli avvenimenti della vita quotidiana, a cui spesso non riusciamo a dare un senso. In realtà, niente accade per caso, ogni evento ha un significato ben preciso, così come ogni carta scelta, racchiude un messaggio diverso.
Non si tratta di predire il futuro, ma di mettere il focus sul presente, dal quale si aprono infinite possibilità, ed il Tarocco, come un saggio maestro, può aiutarci a scegliere dove orientare le nostre energie, per non riprodurre nel futuro gli errori del passato.
I Tarocchi vanno visti proprio come specchi di parti di noi, che ci mostrano, in chiave artistica, quali sono i meccanismi, spesso inconsci, che caratterizzano la nostra quotidianità e che mettiamo in atto verso noi stessi e nelle nostre relazioni. Possono essere considerati una guida preziosa che riflette la nostra realtà interiore attraverso immagini archetipiche presenti nell’inconscio collettivo.
Sono un grande aiuto per portare luce e prendere consapevolezza su ciò che razionalmente fatichiamo a comprendere, sia riguardante questioni puramente pratiche, che aspetti più spirituali, oltre ad essere un ottimo strumento per conoscere meglio noi stessi.
Trattamenti di Biodinamica Craniosacrale
Il Trattamento Craniosacrale è una tecnica molto dolce e non invasiva, che favorisce un profondo stato di rilassamento ed aiuta il ricevente a lasciare andare le tensioni ed i traumi del corpo e della mente.
Durante la sessione, il ricevente è comodamente sdraiato sul lettino (vestito possibilmente con abiti comodi) e l’operatore attraverso dei movimenti quasi impercettibili facilita il naturale flusso del liquido cefalo-rachidiano, che circola all’interno del sistema nervoso. Tramite un tocco leggero, effettuato prevalentemente sulle ossa craniche e sulla colonna vertebrale, si riesce infatti ad agire su tutto l’organismo.
In particolare è utile per alleviare stress e tensioni ossee e muscolari, come mal di schiena, emicranie, colpi di frusta, problemi posturali, ma anche disordini nervosi, insonnia, e altri vari tipi di traumi, compresi quelli da parto.
Ma in generale è un valido aiuto per stimolare il naturale processo di autoguarigione del corpo, e per ripristinare l’armonia ed il benessere fisico e mentale.

Analisi dell’albero genealogico
Lo studio dell’albero genealogico è un profondo lavoro su sé stessi, per prendere consapevolezza di tutti i condizionamenti, gli obblighi, divieti, ma anche per valorizzare i punti di forza e le risorse che ci sono state tramandate dalla nostra famiglia.
Molto spesso i problemi di lavoro o di coppia, i vari tipi di disagi o di insoddisfazioni e le difficoltà nei rapporti interpersonali hanno proprio origine nelle relazioni che collegano l’individuo alla sua famiglia, oltre alla cultura e alla società di cui fa parte e per questo motivo la ricerca sulle proprie radici familiari è un passo fondamentale per comprendere, affrontare e trasformare gran parte delle problematiche che viviamo quotidianamente.
Questo tipo di lavoro è strutturato in due incontri di circa due ore ciascuno. In un primo momento verranno raccolti i dati biografici relativi ai singoli membri della famiglia (se possibile fino alla quarta generazione).  Dopo un’attenta analisi delle informazioni ricevute sarà redatto l’albero genealogico in forma grafica e consegnato al consultante nell’incontro successivo.
La restituzione dell’albero ha lo scopo di far prendere consapevolezza di ciò che limita l’espressione del proprio potenziale, in modo che la persona possa liberarsi dai vincoli familiari nevrotici e possa ristabilirsi un nuovo equilibrio. La presa di coscienza ed alcuni input energetici potranno aiutare a fornire nuove informazioni all’inconscio per non tornare a ripetere e radicalizzare ciò che ha imparato nel corso delle generazioni e dell’evoluzione e sarà utile per riacquisire la propria autonomia.
Alle persone interessate, prima dell’incontro, saranno date indicazioni specifiche su come procedere sulla raccolta dati della propria famiglia, tramite un colloquio telefonico o tramite mail.