OPERATRICE OLISTICA SPECIALIZZATA IN RIFLESSOLOGIA – CROMOPRATICA & PSICOSOMATICA DEL COLORE – BIOESTETICA FUNZIONALE e MASSAGGI TRADIZIONALI, DOCENTE TECNICHE OLISTICHE.

Diplomata al Liceo Artistico A. Gemelli ,la mia formazione nel campo del benessere e delle discipline bionaturali inizia nel 2004 . Dopo il conseguimento del diploma di estetica mi sono subito indirizzata verso il campo del benessere psicofisico e della cura di corpo in quanto tempio della mente e delle emozioni.
In anni di esperienza presso vari centri specializzati e formazione più svariata in campo sia olistico che tradizionale, il mio interesse si è sempre rivolto alla cura della persona nella sua completezza e alla guida del cliente verso la percezione di un sè più profondo, spinta dalla convinzione che il concetto di “salute” nasce soprattutto dentro di noi, indipendentemente dai fattori esterni che tendono a corromperla.
I miei percorsi si rivolgono a tutti coloro che sono interessati a questo tipo di scoperta. Nella mia pagina troverete informazioni sui percorsi che propongo, sui vari aggiornamenti e su tutte le infinite possibilità che possono trasformarsi nell’inizio di un cammino che ha come meta una percezione più profonda di noi , della nostra salute e dell’essenza più completa del concetto di benessere.

 

Le mie specializzazioni:

METODOLOGIE OLISTICHE VIBRAZIONALI

CROMOPRATICA & PSICOSOMATICA DEL COLORE – La psicosomatica del colore è una tecnica diffusa dallo psicoterapeuta svizzero Max Luscher negli anni ’50.
Attraverso l’utilizzo di 23 tavole cromatiche raffiguranti delle precise frequenze di luce, Luscher prova che è possibile, in base alla reazione alle suddette tavole, testare la condizione psicofisica e le strutture emozionali della persona, bypassando completamente il filtro della coscienza . Arriva così a svelare uno strumento oggettivo di misurazione della condizione somato-emotiva del soggetto. Sulla base del responso del test e delle conoscenze integrate di Medicina Cinese e Riflessologia ho strutturato un protocollo di lavoro che combina il tocco del massaggio e l’impulso luminoso di frequenze sottili che riattivino l’omeostasi biomeccanica e psicofisica del corpo riportandolo in equilibrio. Questa tecnica ha grandi proprietà purificanti, drenanti e riequilibranti da un punto di vista fisico , emotivo ed vibrazionale.

STRUMENTI DI CROMOPRATICA E PSICOSOMATICA DEL COLORE

Penna cromatica – E’ uno strumento utilizzato nel trattamento diretto sul corpo. La sua punta di cristallo di rocca è in grado di canalizzare ed spandere l’impulso di luce colorata amplificando la funzionalità della frequenza emessa e il raggio d’azione nelle zone interessate.

 

 

 

 

Olii e acque solarizzati – Le frequenze vibrazionali penetrano e viaggiano all’interno di noi attraverso i liquidi.
Il processo di solarizzazione fa si che l’acqua e olio vengano “ informate” di questi impulsi vibratori diventando dei veri e propri conduttori. L’utilizzo sul corpo o negli ambienti di queste sostanze dette “vibrazionali” fa sì che tali frequenze vengano assorbite dal nostro campo, armonizzandone i disequilibri.. Vengono utilizzate sia durante i trattamenti che come strumento autonomo.

 

 

Tavole cromatiche – Hanno la capacità di proiettare nell’ambiente una frequenza di luce colorata e l’archetipo visivo ad essa corrispondente .
Il suo impiego è quello di coadiuvare l ‘ omeostasi biochimica del nostro corpo.

 

 

 

 

 

 

 

Cristalli solarizzati – Una volta attivati con la solarizzazione,vengono utilizzati durante i trattamenti di cromopratica , ma anche semplicemente indossati, in modo da rimanere in un costante contatto con la pelle generando uno scambio vibratorio perpetuo. Oltre alla frequenza del colore, , ad interagire col corpo qui sono anche le molte proprietà benefiche delle varie pietre.

 

 

 

 

 

 

METODO DIAMANTE – Trattamento di pulizia energetica istantaneo che agisce sul campo elettromagnetico agganciandosi a due punti fondamentali del meridiano vasogovernatore ( VG20 e VG3 ).La scarica , correndo lungo il l’interstizio epidurale dalla sommità del capo al plesso nervoso lombare, manda in reset il flusso di informazioni ripristinandolo all’istante. Generalmente questa tecnica viene utilizza a inizio o fine seduta per facilitare la resa di un trattamento.

REIKI – Trattamento energetico sottile che canalizza l’energia al di fuori del corpo e , con l’imposizione delle mani, la indirizza dove necessario in modo da ripristinare il decorsco energetico dei vari chakra e delle zone alterate. Questa tecnica oltre a creare un profondo contatto col nostro sé più profondo rendendo la persona più consapevole, agisce in modo molto efficace sui disturbi fisici, in particolare su dolori diffusi, insonnia e disturbi dell’ansia.

 

TECNICHE OLISTICHE MASSOTERAPICHE

RIFLESSOLOGIA PLANTARE E PALMARE – è un massaggio tanto antico quanto rivoluzionario. Le prime testimonianze documentate dell’utilizzo di questa tecnica risalgono infatti all’antico Egitto . 
Consiste in un massaggio riflesso del piede e della mano che agisce , a livello psicofisico, sul corpo nella sua completezza. Tra le zone che vengono trattare troviamo apparato osteo-articolare, muscolare, circolatorio, linfatico, endocrino, digerente, riproduttivo, sistema nervoso centrale, periferico etc. 
Con il il trattamento di punti riflessi originari della Medicina Tradizionale Cinese , questo massaggio riesce ad alleviare tutta una serie di disturbi legati allo stress e alla somatizzazione, quali digestione lenta, reflusso gastrico, insonnia, cefalee croniche, ansia e dolori muscolari diffusi. 
Secondo la MTC, ogni parte del nostro corpo ospita un aspetto che esula dalla fisicità, ma che ha origine da un fattore psichico ed emozionale molto più profondo. Infatti , secondo questa teoria, ogni scompenso fisico è legato a filo doppio ad uno squilibrio emozionale a cui la zona è correlata , provocando un sintomo e causando infine una patologia.
Ispirandosi a questa dottrina, la Riflessologia tratta organi ed apparati a tutti i “livelli”, riportando centratura e presenza nel corpo , radicamento e contatto col sé più profondo.

FIORI E RIFLESSI – Per comprendere come agiscano le essenze floreali è necessario considerare che ogni organismo vivente produce una particolare frequenza vibratoria. Il potere riequilibrante del fiore è contenuto nelle sue caratteristiche energetiche o vibrazionali. Le essenze floreali lavorano quindi con l’individuo, ponendolo in una condizione di ascolto di sè.
Rilasciando la loro energia vibrazionale entrano in risonanza con il corpo, sciogliendo i nodi che ne provocano lo squilibrio. Il trattamento di applicazione dei fiori di Bach e fiori Australiani ai punti riflessi del corpo amplifica il processo di eliminazione delle impurità e distensione delle zone di ristagno e di eccesso velocizzando la resa del trattamento e il ripristino dell’equilibrio.

MASSAGGIO PLANTARE THAILANDESE – Come tutte le discipline olistiche , il Massaggio Plantare Thailandese si basa sul principio che vi siano canali nel nostro corpo attraverso i quali scorre la nostra energia vitale.
Con l’utilizzo di uno stick in legno di rosa , questa tecnica ,scioglie e sblocca i ristagni energetici presenti in tali canali facilitandone il flusso. Lavorando in particolar modo sul meridiano di vescica e sul sistema linfatico, provoca una forte risposta drenante e detossinante e innescando una risponsta psicofisica positiva immediata .
Ripristinando il giusto flusso di liquidi bilancia le polarità yin e yang, migliora la circolazione sanguigna e linfatica, elasticizza i tessuti e stimola le funzionalità di ghiandole e organi interni.
Le sue manovre estremamente armoniche conciliano inoltre il rilassamento , hanno un effetto rivitalizzante e favoriscono l’espulsione dei liquidi in eccesso.

TRATTAMENTO METAMORFICO – Tecnica di rilassamento che lavora a livello sottile sulle zone riflesse dei processi spinali di mani , piedi e testa.
Agisce sugli scompensi energetici ereditati durante il periodo della gestazione e sui blocchi emozionali conseguenti al trauma della nascita .Col suo tocco estremamente delicato, riporta il corpo nello stato originario di equilibrio bioenergetico, regalando un’intensa esperienza psicofisica e donando a chi lo riceve un più profondo senso di presenza.

MASSAGGIO ABHYANGAM (Ayurveda) – E’ un elemento integrante del sistema curativo della medicina ayurvedica , mirato a riattivare il corpo e la quiete mentale. Nutre il buon umore e aumenta la vitalità ,rinvigorendo i muscoli, favorendo la circolazione sanguigna e linfatica, distendendo mente e corpo e velocizzando la risposta del sistema immunitario.
Ha grandissimi effetti ossigenanti e rigeneranti a livello cellulare da gli strati più superficiali a quelli più profondi. 
La tecnica dell’oleoazione, abbinata alle manovre riscaldanti e avvolgenti del massaggio , nutre e idrata e ringiovanisce la pelle , lubrifica le articolazioni e scioglie le contratture.

TRATTAMENTO DEI PUNTI MARMA (Ayurveda) – I punti marma sono punti specifici del corpo energetico particolarmente importanti per la salute e il benessere della persona perché connessi alla circolazione del prana ( energia vitale).
Così come i chakra, non risiedono nel corpo fisico, ma rappresentano dei centri energetici posti in corrispondenza di determinati organi, muscoli, ossa o articolazioni.
Non devono essere intesi solo come meri punti fisici, sono infatti connessi alle emozioni, ai traumi, al mondo interiore della persona; agire su un punto marma non significa solamente contrastare uno specifico disturbo, ma anche rimuovere un blocco somatoemotivo. Questi punti possono essere trattati integrandoli al massaggio oppure in digitopressioni specifiche.

BIOMASSAGGIO – E’ un protocollo personale che nasce dalla combinazione di varie tecniche olistiche da me apprese negli anni (ayurveda, shiatsu , massaggio linfatico, tecniche riflessogene, etc… ) .
Agisce sul piano psicofisico e somato-emotivo alleviando blocchi e tensioni.
Rilassa le zone contratte. Ossigena i tessuti e ripristina lo scarico energetico, le capacità rigenerative del corpo e il flusso dei liquidi .
Con questa tecnica si può trattare il corpo in maniera completa (total/body)ottenendo un profondo ricambio energetico, oppure agire localmente:
⁃ testa/collo e spalle (attenuando notevolmente la tendenza a emicranie, insonnia e bruxismo; rinforzando cuoio capelluto e bulbi capillari riattivandone lo sviluppo con un potente effetto anticaduta) o
⁃ gambe/piedi ( ristabilisce il radicamento , lo scarico a terra degli eccessi e facilita il drenaggio dei liquidi ).

 

MASSAGGI TRADIZIONALI

LINFODRENAGGIO VISO/CORPO – L’apparato linfatico è un sistema di drenaggio che trasporta i fluidi dai tessuti al torrente circolatorio. 
La sua funzione principale è il trasporto di proteine, liquidi e lipidi dall’interstizio al sistema sanguigno, presenta , inoltre, un ruolo fondamentale nella risposta immunitaria e nell’espulsione di tossine e scarti.
Questo meccanismo viene innescato da una serie di filtri e valvole che si trovano nei linfonodi e nelle stazioni linfatiche principali.
Essendo un sistema quasi privo di pressione, con l’andare del tempo, viene influenzato da una serie di fattori che ne alterano il funzionamento, creando ristagni.
Lo scopo del linfodrenaggio è quello di agevolare tali meccanismi stimolando e velocizzando il rientro della linfa nel sistema sanguigno e favorendo così il ricircolo di liquidi e l’espulsione di sostanze di rifiuto in eccesso, diminuendo gonfiori e sensazioni di malessere. 
Le principali sintomatologie su cui ha effetto sono:edema a livello di gambe e caviglie spesso accompagnato da un forte senso di pesantezza, ristagno di liquidi a mani e dita, tensione a livello intestinale e gonfiore, cattiva circolazione e colorito spento.
Dovendo lavorare ad un livello molto superficiale , questo tipo di massaggio, per le sue manovre dolci e delicate ha, inoltre, un effetto estremamente distensivo soprattutto nelle zone di viso, sul quale ha inoltre effetti ossigenanti e tonificanti su pelle, occhiaie e colorito.

MASSAGGIO MIORILASSANTE – Tecnica particolarmente calzante in tutti i casi di abuso e utilizzo scorretto del corpo, sia sul lavoro che nelle attività sportive, è studiata per alleviare le tensioni muscolari provocate da, difetti posturali, movimenti scorretti o forzati, stress fisico o psichico e somatizzazione . 
Il suo scopo è quello di sciogliere contratture e tensioni, migliorare la mobilità delle articolazioni, far riassorbire l’acido lattico in eccesso e alleviare la sensazione di malessere donando un immediato senso di distensione, leggerezza e mobilità delle zone più dolenti.

MASSAGGIO DRENANTE – Con le sue manovre di pompaggio e frizione mirate a stimolare l’espulsione di sostanze di rifiuto e diminuire la massa grassa, influenza notevolmente la riduzione del volume di gambe e addome tonificando i muscoli , drenando i liquidi, rassodando i tessuti cedevoli, da quelli superficiali a quelli più profondi. 
E’ l’ ideale per lenire la sensazione di stanchezza e il gonfiore a gli arti inferiori migliorandone visibilmente l’aspetto e dando un’ immediata sensazione di leggerezza. 
Affiancato alla dieta è in grado di accelerare notevolmente la perdita di centimetri a livello locale lavorando sull’espulsione di tossine e stimolando la diuresi.
La velocità delle manovre, inoltre, contribuisce all’ossigenazione donando alla pelle un aspetto più fresco e roseo.

MASSAGGIO CIRCOLATORIO – Questa tecnica rinvigorisce e riattiva cellule e tessuti del corpo in quanto stimola al massimo la circolazione fortificando le difese , distendendo e nutrendo la muscolatura e stimolando le terminazioni nervose superficiali.