Boschi Susanna

Nome di Medicina, Farfalla dell’Attimo
COUNSELOR SCIAMANICO

Lo sciamanesimo moderno, nato c.a venti anni fa, da diverse figure, quali, gli antropologi, i medici olistici, gli sciamani, gli artisti, i ricercatori e sperimentatori di verità, ed altre, attingendo dalle conoscenze orali dello sciamanesimo tradizionale, hanno sviluppato un interesse crescente, verso il riconoscimento dei nostri talenti originari, che sono fortemente collegati alla nostra eredità spirituale.

Lo sciamano di oggi, sia nella figura dell’iniziato, che in quella del praticante sciamano, svolge l’attività di facilitatore e tramite, per ricercare la propria libertà, l’autostima, attivando così il processo di autoguarigione, presente in ognuno di noi.
Il consulente sciamanico, non giudica e non interagisce durante il processo di autoconoscenza della persona che si affida, ma offre gli strumenti, per poter viaggiare nella realtà non ordinaria, attraverso il tamburo sciamanico e il sonaglio.

Dopo un primo consulto, che permette al counselor sciamanico di avvalersi di tecniche e strumenti idonei al caso e alla persona, è il
consultante stesso, che viaggiando nella realtà non ordinaria, cerca direttamente le risposte alle proprie domande, esplorando il viaggio in narrativa, del quale, rimarrà traccia tangibile, da poter ascoltare, subito dopo l’esperienza e successivamente, traendo indicazioni importanti per il proprio vissuto.

Il counseling sciamanico è una forma di aiuto per imparare a sviluppare il proprio sistema di conoscenze e esperienze, utili al processo di autoguarigione.

Con l’aiuto degli spiriti animali, dei maestri, degli elementi, del mondo vegetale, la persona contatta i propri talenti, manifestando così la
propria parte divina, unica e preziosa per la comprensione del proprio essere.

Affidarsi al counselor sciamanico e al viaggio che vi verrà proposto, è l’atteggiamento fondamentale per contribuire al riconoscimento della propria spiritualità, in comunione a tutto ciò che vi circonda.